Città di Codroipo

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: Città di Codroipo > Vivere a Codroipo > Arte e cultura > Toponomastica > U-V-Z

U - V - Z

VALUSSI PACIFICO (1813-1893), giornalista e uomo politico nato a Talmassons. Studiò a Udine e a Padova, orientandosi verso il liberalismo risorgimentale. Nel 1848 Nicolò Tommaseo lo incaricò della direzione della Gazzetta di Venezia. Collaborò a diversi giornali e dopo il 1866 diresse il Giornale di Udine per oltre vent'anni. Fu deputato in tre legislature.

VATRI TEODORICO (1823-1872), avvocato codroipese che, col grado di tenente di artiglieria, fu valoroso difensore del Forte di Osoppo. Difese anche Venezia negli anni 1848-49 assieme all'Andervolti e alla legione friulana. Si distinse in diverse azioni militari e fu incaricato di consegnare a re Carlo Alberto l'adesione di Osoppo al Piemonte (primo presidio e primo comune in Italia).

VERDI GIUSEPPE (1813-1901) , massimo compositore operistico italiano, fu di modeste origini. Perfezionò gli studi musicali a Milano e incontrò difficoltà nei suoi esordi. Poi gradualmente si impose, con una serie di opere di successo, inframmezzate da composizioni minori e dalla Messa da Requiem in morte del Manzoni. Fervente patriota, egli trasfuse nella sua musica motivi umani nati da un carattere schietto e generoso.

ZANON ANTONIO (1696-1770), ), illustre economista nato a Udine. Proprietario di un setificio udinese e poi di una fabbrica di tessuti a Venezia, descrisse con realismo la situazione economica udinese di allora. Fu promotore di iniziative volte alla redenzione agricola e industriale del Friuli.

ZANUSSI LINO (1920-1968), imprenditore industriale pordenonese, figlio di un artigiano, intraprese col fratello Guido la produzione di elettrodomestici con sviluppi crescenrti, fino a farne l'industria maggiore d'Italia. Al suo nome è legata l'uscita a Udine , il 5 maggio 1968, del Messaggero Veneto stampato in offset con attrezzature a controllo elettronico.

ZARDINI ANTONIO (1869-1923), poeta e compositore di musica popolare, nato a Pontebba. Diplomatosi al Liceo Rossini, diresse bande militari e il corpo musicale del comune di Pontebba. Durante la Grande Guerra cominciò a scrivere villotte e canti corali, tra i quali ebbero grande successo Stelutis Alpinis e Cjant de Furlanie.

ZORATTI VITO (1912-1979), sacerdote e studioso di storia, nato a Codroipo. Dopo aver svolto il suo ministero a Flumignano, Bonzicco e Dignano, la malattia lo costrinse a ritirarsi a Codroipo, dove fu animatore di attività culturali e svolse ricerche di storia locale e di archeologia. Ha lasciato sette volumi di storia su Codroipo, oltre a quelli su Piano d'Arta, Dignano e S. Vito al Tagliamento.

ZORUTTI PIETRO (1792-1867), poeta friulano che seppe esprimere nei suoi versi la vita e l'anima del popolo friulano. Stabilitosi a Udine, nel 1821 pubblicò con successo l'almanacco Stroligh Furlan, che uscì negli anni successivi fino al 1866. La sua produzione, priva di una vera coscienza poetica e linguistica, lo colloca nel gruppo dei poeti vernacoli.

ZUZZI ENRICO MATTIA (1838-1921), medico e patriota codroipese. Fece parte della Spedizione dei Mille di Garibaldi, con il quale combattè anche nel trentino e a Mentana. Nel 1864 organizzò la guerriglia friulana contro gli austriaci occupanti. Durante l'invasione nemica del 1917, assistette ammalati e feriti con grande generosità.